July 01, 2004

su questo il Commentatore potrebbe commentare per ore ore

sono ancora al beaubourg, cioé l edificio di tubi e vetro e scale mobili al centro delle halles.
nn riesco a leggere, la mente altrove. eppure ho trovato un libro interessante su luzi,potrei leggerlo d un fiato ma la pagina mostra altre contorsioni , forse anche quelle poetiche, ma altre, e forse piu divaricate che gli enjambement di una poesia.

cosi vado sul balcone che da sulla piazza enorme.corpi sul lastrico della piazza. e il balcone trema, non so per quale miracolo non si scolli.un terremoto perenne.
cosi rientro.il mio vicino di tavolo legge tacite e come al solito é una bella faccia francese;come al solito coincidenza di qualche sguardo, tanto piu che io a fatica rimango con gli occhi sul mio banco.
cosi prenoto un accesso ad internet,censurato perche nn posso leggere mail ne conversare. ma almeno ho 30 minuti per fiatare.per di piu la mia postazione é davanti ai tavoli d arte e cosi posso anche sbirciare la coppia che si ama,coi baci, sui libri di un artista cinese finora sconosciuto zao wou ki.interessante, pare.

ho sentito danzio.la sua disaffezione nn puo essere guarita neanche con un ostinazione maggiore del disamore.e io dovrei forse risanare rispettando.

il fatto é che oltre al mio comportamento indegno, indegno di tante cose,ci sono delle sfiducie che nn riesco a smontare. e se riuscissi almeno a fare quello, potrei arrendermi ai miei sbagli.


chieer

è evidente che nn sto bene.

questo mi dispiace, niente non va bene.sono a parigi.e questa mattina sn andata a spasso per uno dei tanti quartieri dei negozi.con louisette.quando sono rimasta sola, ho fatto finta di perdermi e ho trovato anche zadig et voltaire.ho provato due paia di jeans per sentire l odore che il mio vestito ha perso, a lungo nel borsone di charles.
(il sudore della serata tristemente matta al top. b credo l avra infettato).

mi stavano di merda.
non c é niente che mi piaccia infine o forse la cattiva abitudine del non sapere scegliere era con me intatta e fino a quando ho potuto l ho emarginata.

ma ora pare sia la fine o la presa di coscienza di tante cose. solo il ritorno non é piu incerto.

io mi addanno.
questo é il mio stato d animo.
ieri sono andata a letto ma volevo ancora parlare.
charles dice che in questi giorni lo guardo che sembro detestarlo.

non lo detesto,ma non sto bene e sono tante cose assieme.

si, "uva acerba". e ne pilucco i chicchi senza gettarla.


June 30, 2004

amarcord 2

Follow-up to amarcord from Moleski'ne ultra

poi c eravamo fissati con gli specchi:

la sera rifletteva l immagine di due sconosciuti sulla parete vetrosa della chaplaincy e
io non osavo guardarla
ma gia sapevo che avrei ceduto al tuffo in quella e in altre come quella

ed ora che l immagine io lho fatta sparire non ne rimane che il ricordo come impresso nella tua foto d ombre con la tua bella accanto

i contorni col buco nero al centro


il nostro si il nostro

ho smesso di parlare

ma non ho resistito a lungo

sarebbe utile chiamarla smania o malattia

e l idea di chiamare il cellulare straniero ne dŗ conferma e

forse ť anche epilessia.

ho capito che tho scocciato ma spero di nn averti ascoltato bene, come ti pare, al solito.

sto male,male, e il peggio ť che tu mi dici che me lo merito.


June 28, 2004

amarcord

pomeriggio dei primi,

affollato di lettere e annunci, davanti alle filiere di pc muti,muti e c eravamo conosciuti tra le voci amiche (che bello)

io avevo risposto all unitemps
e gia nn ti avevo ascoltato
ne il nome ne il tuo studio
che forse era un tuo compito – di storia- ma io l avevo creduto la tua materia

tu portavi gli occhiali e forse i capelli attaccati
dorati
e scrivevi in fondo
e in fondo nn ti conoscevo ma ti avevo regalato il mio entusiasmo
" il lavoro il lavoro "

anche allora ero paurosa
e dopo 20 minuti di stupore me ne ero andata via col mio basco e pioveva

tu nn avevi nome
io solo l immaginazione


June 26, 2004

oggi

oggi ho provato a chiamarti
mi avrebbe sinceramente fatto piacere sentire la tua voce
ancora
ma nullla. staccati.
ieri ho pensato tutto il giorno a quello che ci siamo detti
la testa mi scoppiava e ti odiavo sinceramente.
forse la tua insicurezza fa la tua stupida'
e n ti accorgi che potresti avere il mio affetto
ma il tuo modo di agire comportarti
mi fa venire il disgusto.
Avevi ancora dei dubbi hai ancora sul fatto che mi piacessi
puf….
allora mi chiedo perche' ti cerco
ho visto qualcosa di bello e mi e' piaciuto
ma e' stato come il tempo inglese
un breve raggio di sole fra le nuvole.

prova a rileggerti la nostra conversazione attentamente
non perche' voglio dirti ho ragione
ma sono sicuro che se lo fai
ti rendi conto di punti su cui non ci siamo spiegati bne
su cui nascono incomprensioni

fatto sta ricorda che tu nella situazione schifosa
in cui sei e stai
non mi puoi assolutamente dire nulla, criticare nulla
N mi puoi continuare a dire come scusa della merda in cui sei
"Ma tu sapevi che avevo il ragazzo…"
e tu sapevi che dopo la prima settimana sarei stato con te
basta scuse
se non hai le palle di affrontare i tuoi casini
non cercare scuse
affronta le tue paure e di'

_quello che io nn ho mai detto _

se non mi scorderai mai
ricordati anche
che non mi servono parole
ma fatti
e il mio ricordo di te sara' fatto, e' fatto
dai tuoi gesti
di ora

brutti

Se fossi Charles poverello
e tu dicessi "ti voglio bene sono affezionata tengo a te"
ti direi di andartene per la strada
levarti dal cazzo dalla mia casa a parigi
ed e' per questo che ora voglio fuggirti

divertiti nella convenienza e pensa
che ti disprezzo
perche' non hai rispetto
per chi dici di voler bene
e per quello perdi la mia fiducia


June 23, 2004

i m back

where are thou?

June 09, 2004

finale

vorrei che nn mi vedessi mentre stacco le foto,le mappe dei viaggi che mi coloravano la stanza e gli umori .

io per ora lo faccio.ma piu per disperazione che per decisione fatta.


dumb

if i was so silent.
if i haven t written for so long,

was because a blog , the written lines disentangle something.
i feel so confused.a decision, a choice would have been so difficult, so easy.

but i was stuck.no decisions,the choice was unique but not said.not clear.

what i showed was my panic.what i hide was a secret.sometimes i wispered it. (wish u could hear it , believe me)


the time of my life

time is going on …. so furiously .sometimes i think i dont wanna leave.were not to hug my family.

i have this feeling: here I met some beauty , i recognize myself here. had the time of my life here.wish someone could care for me ,love me ,even if i ll be far away,
even if i was wrong.(truly love ya)


September 2019

Mo Tu We Th Fr Sa Su
Aug |  Today  |
                  1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30                  

Search this blog

Most recent comments

  • take it off spanish by fhgj on this entry
  • mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm… by wewe on this entry
  • ??? by ??? on this entry
  • But soft, what light through yonder weblog breaks? It's the east, and Veronica's the sun. by on this entry
  • Someone please remind me that I really must learn Italian. It sounds so beautiful, but i don't have … by Robert O'Toole on this entry

Blog archive

Loading…
RSS2.0 Atom
Not signed in
Sign in

Powered by BlogBuilder
© MMXIX